Continuando, acconsenti all'uso dei cookie, ok?OkLeggi tutto
ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
La settimana

La settimana XXIV

1) Cosa succede intanto nel mondo
https://www.internazionale.it/notizie/2020/04/28/notizie-mondo-28-aprile

Un breve sguardo, offerto da Internazionale, a quanto sta accadendo attualmente in Bangladesh, Venezuela, Colombia, Libano e Somalia, oltre alla situazione mondiale sui profughi, con rimando a questo articolo (in inglese) della BBC.

2) Mongolia, la patria del distanziamento sociale
http://www.torzeons.com/2020/04/la-mongolia-la-patria-del-distanziamento-sociale

Ho attraversato la Mongolia nell’estate 2012, come tratto conclusivo del Mongol Rally, famosa (e pazza) corsa di beneficenza. Chi mi conosce avrà sicuramente ascoltato alcuni aneddoti su questa straordinaria avventura che mi ha portato in un mese e mezzo dalla piccola Galleriano a Ulan Bator, la capitale mongola, in un furgone assieme ad altre sei persone. Durante l’ultima settimana di viaggio, per circa 1800 km, abbiamo attraversato il paese di Gengis Khan. Di certo una degna conclusione del viaggio più e…

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
La settimana

La settimana XXIII

1) Il Covid-19 a Calais
https://www.meltingpot.org/Il-Covid-19-a-Calais.html

In questo momento migranti e migrazioni sono spariti dai discorsi ufficiali, rimpiazzata dall’onnipresente Covid-19. Sembra che la vecchia «emergenza migratoria» sia bloccata da qualche altra parte, tra la Turchia e la Grecia, forse.

Nel Mare del Nord, in quel mare che si vede dalla spiaggia di Calais, nella notte tra il 16 e il 17 aprile sono state identificate e soccorse diverse imbarcazioni di migranti, di cui una con a bordo otto bambini.

Quando nel resto del pianeta il mondo si è (quasi) fermato, in ricerca di protezione, le frontiere restano porose e i trafficanti continuano il loro business sulla pelle di chi intraprende la sfida violenta della migrazione, in cui solo alcuni sopravvivono.

2) Il ruolo rimosso delle donne nella resistenza
https://www.internazionale.it/bloc-notes/annalisa-camilli/2019/04/25/donne-resistenza

Nella maggior parte dei casi le partigiane hanno fatto le s…

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
La settimana

La settimana XXII

1) A marzo i centri antiviolenza della rete D.i.Re hanno ricevuto il 74,5 per cento di richieste di aiuto in più rispetto alla media mensile del 2018
https://www.ilpost.it/2020/04/15/numeri-centri-antiviolenza-dire-coronavirus

L’Associazione D.i.Re, che riunisce 80 centri antiviolenza non istituzionali, ha diffuso alcuni dati sulle richieste d’aiuto ricevute da donne vittime di violenza tra il 2 marzo e il 5 aprile: sono state 2.867, il 74,5 per cento in più rispetto alla media mensile del 2018, l’ultima rilevata.

Un altro dato diffuso da D.i.Re riguarda la percentuale di donne che si sono rivolte ai centri antiviolenza per la prima volta: sono state il 28 per cento del totale. Questo dato è preoccupante secondo Paola Sdao, una delle responsabili della raccolta dati di D.i.Re, perché nel 2018 le richieste provenienti da donne che non avevano mai chiamato prima erano il 78 per cento: questa differenza sembra indicare che anche se in questo periodo ci sono più richieste del…

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
Verso Santiago de Compostela

Il Cammino di Santiago: le domande più frequenti

Stavo guardando le query più usate che da Google portano al mio blog, provo quindi a rispondere ad alcune domande che sembrano ricorrenti e motivo di ricerca sul web.

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
Diario di bordo

Sognando la Corsica: studio di massima

Riprendendo il post di fine dicembre, quando cominciavo a interrogarmi sul viaggio da intraprendere per questo nuovo anno, qualche settimana fa mi è balenata una nuova idea, più entusiasmante: sarà possibile girare tutta la Corsica, seguendone l'intero perimetro?

Così negli scorsi giorni mi sono messo al lavoro e ho fatto prima uno studio di massima sulla geografia dell'isola, poi realizzato una tabella con delle tappe ipotetiche, che vado a presentare.

La risposta è semplice e la anticipo subito: sì, ovviamente si può fare. E altrettanto ovviamente sono in molti ad averlo già fatto, come si può leggere qui e qui (segnalo anche questo articolo, riguardante i sentieri e i trail più selvaggi della regione).

Foto di Cristiano Guarco per Red Bull
ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
Diario di bordo

2019: la partenza verso altre grandi avventure

L'anno nuovo si avvicina con insistenza e, nonostante le mirabili e numerose escursioni tra neve e temperature prossime allo zero, a questo punto il pensiero è proiettato inesorabilmente alla prossima primavera e, in conseguenza naturale, a quella che sarà la mia prossima grande avventura.

Sarà anche perché per Natale mi è stato regalato Sognando l'infinito, il libro di Paola Giannotti (edito da Piemme)

e che sto leggendo proprio oggi (insieme a Leogrande e a una rilettura della trilogia de I nostri antenati, argh).

Quando sono partita per fare il giro del mondo in bicicletta, tra i tanti che mi chiedevano: «Ma come farai a fare tutti quei chilometri?», c’ero anch’io. 144 giorni, dalle 12 alle 14 ore quotidiane, al freddo e al caldo, per un totale di quasi 30.000 chilometri. Non sapevo nemmeno io come avrei fatto. Sapevo che volevo inseguire il mio sogno e che il corpo segue la mente. Una cosa che ho imparato dalla bici è che i limiti sono solo mentali. Non sono Wonder …

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
Verso Santiago de Compostela

Verso Santiago de Compostela: altimetrie e elenco degli albergues

Scaricabili tramite i link qui sotto, trovate la mappa altimetrica e l'elenco dettagliato degli albergues (municipali e privati) lungo tutto il cammino di Santiago, incluse Finisterre e Muxia. La prima l'ho ricevuta soltanto a Leon, mentre la prima l'ho ritirata a Saint-Jean-Pied-de-Port. Conviene comunque stamparle e averle con sé prima di partire per il cammino.

Appena avrò un po' più di tempo libero, mi sono ripromesso di pubblicare un articolo contenente tutti i suggerimenti utili al viaggio, che non ho trovato sulle varie guide lette prima della partenza e ma che ho appreso durante lo stesso. Per ora mi limiterò essenzialmente a dire che, per quanto riguarda gli albergues, dal Cebreiro in poi conviene prenotare telefonicamente un letto, dopo ora di pranzo, perché la parte finale del cammino è particolarmente trafficata e le disponibilità cominciano ad esaurirsi ben prima del termine della giornata.

santiago_altimetrie.pdf
santiago_albergues.pdf

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn

Da un punto di vista squisitamente tecnico, non son bravo a scattare foto, è un dato oggettivo. È pur vero che non coltivo simili velleità, d'altronde.
Penso però che queste foto - le foto che seguono - siano comunque dotate di capacità evocative e narrative uniche nel loro genere. Raccontano una storia accaduta esattamente un'anno fa, forse meglio di quanto sarei capace di fare io con la mia penna. Cosa che comunque mi sono ripromesso di fare, e che prima o poi, con un po' di calma, farò. Nel frattempo, in fondo alle foto, trovate un video.

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn

Alla fine, il mare. Nei giorni più limpidi, dall'Alto do Cruceiro de Armada, autentico monte del gozo di questa strada, avvistiamo la lingua di terra del capo di Finisterre ritagliata sopra l'oceano.
L'ultima salita della giornata si conclude a Capo Finisterre, considerato nell'antichità come il punto più occidentale d'Europa e la fine del mondo. Molti pellegrini bruciano qui i vestiti o le scarpe indossate durante il Cammino, come simbolo di rinascita e purificazione. Altri semplicemente si godono il tramonto al largo delle acque dell'Atlantico. Ma per tutti è il luogo perfetto per rilassarsi e riflettere.

- B. Datcharry e V. Mardones, Il Cammino di Santiago in bicicletta

Continua da Verso Santiago de Compostela: da Bordeaux, la prima parte del viaggio.

Dopo aver pubblicato le prime tappe del viaggio, ovvero quelle di "avvicinamento" che mi porteranno da BordeauxSaint-Jean-Pied-de-Port, da dove poi comincerà il vero e proprio Cammino di Santiago, pubblico ora le ultime  due tappe, ovvero quelle di "estensione" che da Santiago (una volta terminato il Cammino) mi porteranno a Finisterre.

ODhhMTgwMjM4MDU0ZjY4Y2VlZDRjZjI0MWUyNTc0ODlfOTc1NjBkZGE1NTA2YjdlZGQ0YzNkOTRlMWEzMjkzNzkuanBn
Place de la Bourse, Bordeaux. Il punto di partenza di questo viaggio. La piazza è riflessa nello specchio d'acqua più grande del mondo
Place de la Bourse, Bordeaux. Il punto di partenza di questo viaggio. La piazza è riflessa nello specchio d'acqua più grande del mondo

Come sempre suole accadere in un lungo viaggio, alle prime due o tre stazioni l'immaginazione resta ferma nel luogo di dove sei partito, e poi d'un tratto, col primo mattino incontrato per via, si volge verso la meta del viaggio e ormai costruisce là i castelli dell'avvenire

- Lev Tolstoj

Continua da Verso Santiago de Compostela: partire da Bordeaux o Tolosa?

Ho già illustrato le possibilità per raggiungere Saint-Jean-Pied-de-Port e a questo punto posso dire: ho scelto Bordeaux. Il motivo è abbastanza semplice: mi permetterà eventualmente di percorrere alcune "tappe di avvicinamento", cosa che è nelle mie intenzioni.

Negli scorsi giorni ho avuto modo di studiare la cartografia e le altimetrie e così di disegnare i tracciati, per un totale di circa 249km, 1400m di dislivello e 16 ore in movimento (stimate da Strava). Ho così potut…