Dopo aver utilizzato Wine (per qualsiasi necessità) e averlo disinstallato – incluso magari l’avere cancellato anche la directory .wine nella propria home, possono sussistere due tipi di problemi:

  1. il menù di sistema presenta ancora voci di programmi per Windows installati con Wine;
  2. alcune tipologie di file rimangono associate a questi stessi programmi (ad esempio, documenti di testo con il famoso “Blocco note”).

Il primo problema si può facilmente e velocemente risolvere modificando (ovvero cancellando) manualmente le voci residue del menù. Lo stesso dicasi per il secondo, andando a reimpostare in questo caso per tutti i tipi di file l’applicazione preferita (rimane però presente – come alternativa – l’altra, cioè quelle precedentemente presenti e installate da Wine), anche se in questo caso è molto più impegnativa e dispendiosa.

I due problemi sussistono ovviamente (ribadisco, semmai non fosse chiaro) anche se quei programmi non sono più installati e anche se lo stesso Wine non è più installato.

Dopo aver cercato approfonditamente in rete, ho trovato l’unica valida soluzione qui. E quindi, all’interno della propria home:

rm -r .wine
rm -r .local/share/applications/wine*
rm -r .local/share/desktop-directories/wine*

(probabilmente il primo passaggio l’avete già eseguito)

Fatto questo, i due problemi saranno risolti definitivamente.

XHTML - Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>