Linux Distribution ChooserLinux Distribution Chooser (che trovate qui) si presenta come un quiz mirato ad individuare la distribuzione GNU/Linux più adatta alle proprie necessità e alle proprie conoscenze del software.

Alcune riflessioni a test concluso:

1) la domanda n. 4 («quale genere di installazione preferisci?») non prevede una risposta del tipo “qualsiasi va bene”, come nel mio caso; l’ultima risposta, infatti («non mi preoccupo, finché è facile e funziona»), preclude che sì qualsiasi genere vada bene, purché sia facile e funzioni. Non è previsto, dunque, qualsiasi genere di installazione a prescindere dal livello di difficoltà (io – personalmente parlando – semplicemente non me ne curo);
2) non colgo l’utilità della domanda n. 8 («hai un processore a 64 bit?»), in quanto le distribuzioni del quiz offrono tutte (anche se non ci giurerei) sia la versione a 32 bit, sia quella a 64. Generalmente questa regola vale per la stragrande maggioranza delle distruzioni esistenti, anche oltre quelle del quiz. Ci si chiede quindi come questo incida sul risultato finale (forse in nessun modo?);
3) la questione già sollevata al punto precedente è altrettanto valida per la domanda n. 14 (“ambiente desktop preferito?”). Infatti anche qui non è comprensibile come la scelta del desktop environment possa determinare la scelta della distribuzione, visto che su tutte è possibile installare qualsiasi de si voglia e molte permettono la scelta già durante l’installazione (vedi Ubuntu e Kubuntu per Gnome e Kde, oppure OpenSuse che permette di scegliere tra Gnome, Kde e Xcfe);
4) la domanda n. 11 («quale gestore di pacchetti preferisci?») è quella che determina maggiormente il risultato (se non l’unica che lo determina). Dopo qualche prova, ne consegue che scegliendo i .deb avremo come risultato Debian, Mint, Ubuntu e simili, mentre scegliendo gli .rpm avremo OpenSuse, Mandriva e Fedora, infine con la “compilazione dei binari” (dei sorgenti) avremo Slackware e Gentoo. Se invece non scegliamo, avremo praticamente come risultato tutte le distribuzioni;
5) alla domanda n. 12 non è chiarissimo cosa si intenda con “pacchetti di sviluppo”, probabilmente ci si riferisce generalmente al software pacchettizzato e pronto all’uso, anche se così – onestamente – sembra ci si riferisca ai pacchetti necessari per la compilazione manuale.

Da queste considerazioni una breve conclusione: il quiz può essere vagamente di aiuto solo per chi vuole avvicinarsi al mondo GNU/Linux; può essere utile per conoscere quali sono le distribuzioni a disposizione, piuttosto che per sceglierne una precisa; ha più valenza ludica che informativa come invece vorrebbe.
Io ho risposto sinceramente a tutte le domande, secondo le mie esigenze. Il risultato? Mi si consigliano le seguente distribuzioni: Debian, Fedora, OpenSuse, Mint, Mandriva e Ubuntu al 100%, Kubuntu, Slackware e Gentoo al 95%. Praticamente tutte, quindi il quiz mi è assolutamente inutile. E chiaramente, per l’uso che faccio io del pc (uso anche professionale, oltre che per intrattenimento) Ubuntu, Kubuntu e Mandriva sono assolutamente fuori luogo, visto che sono orientate ai newbie.

XHTML - Puoi usare questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>